Frangia: l’accessorio da sfoggiare per l’inverno 2020

C’era una volta la frangia!

C’era una volta la frangia! Vera pioniera fu Cleopatra, il cui taglio rigoroso, perché geometrico, costituiva l’elemento estetico con cui comunicava la sua indole da seduttrice.

oggi è tornata con prepotenza sulle nostre teste.

Conferisce quell’aria di risolutezza ed emancipazione che ben ci rappresenta. Può variare di forma e consistenza ed è consigliato scegliere quella ideale in base alla tipologia del proprio viso.

 

Quale potrebbe essere, allora, la frangia che più ti si addice? Scopriamole insieme.

  1. La frangia dritta è liscia e netta, arriva a coprire gli occhi ed è consigliata per chi ha capelli perfettamente lisci.
  2. La frangia con ciuffo lungo è lunga e gradualmente sfilata, copre per metà la fronte e ammorbidisce i lineamenti spigolosi.
  3. La frangia irregolare è da look sbarazzino e nella sua irregolarità è comunque ben strutturata, tanto da creare un effetto morbido che attira l’attenzione sulla metà superiore del viso donando equilibrio.
  4. La frangia sfilata è leggera e adatta sia per look bon ton sia per quelli più casual.
  5. La frangia a cuore corta al centro in direzione del naso e scalata verso l’esterno, in modo da creare un piccolo spazio nel mezzo.
  6. La frangia micro è audace, alza le sopracciglia e può essere sia squadrata (per visi rotondi) che leggermente curva (per visi squadrati).
  7. La frangia scalata, tagliata in modo da dare l’impressione di essere abbastanza lunga da raggiungere le ciglia, attira l’attenzione sugli occhi.

Gli hairstylist, però, parlano anche di una frangia passe-partout, quella che sfiora le sopracciglia ed è alleggerita di lunghezza così da poterla trasformare in un ciuffo, spostandola lateralmente.Superato dunque il datato binomio frangetta/brava ragazza, i parrucchieri la riportano in passerella quasi come elisir di sensualità e stile, per la sua capacità di ridefinire, personalizzare il look.